Prossimamente al VirtusCinema

Film in Rassegna

Ella & John - The leisure seeker

Venerdì 16, Sabato 17, Domenica 18 Febbraio - ore 21:00

Ella è malata, acciaccata ma lucidissima. John ha la sindrome di Alzheimer ma conserva ancora il suo vigore e la sua acutezza. Il film narra della loro fuga per sottrarsi alle cure dei medici e a quelle dei figli ormai adulti. I due si regalano un'avventura per le strade americane, dal Massachusetts a Key West, a bordo del loro vecchio camper. Tra momenti esilaranti ed altri di autentico terrore, ripercorrono l'appassionata vicenda di un amore coniugale destinato a regalare rivelazioni sorprendenti fino all'ultimo istante.
"Ella e John - The Leisure Seeker” è sicuramente il film più semplice e sincero di Paolo Virzì. Al centro di questo viaggio on-the-road c'è la voglia di libertà, la libertà di poter scegliere il proprio destino e la libertà di poter esprimere genuinamente i propri sentimenti. Quelli puri, privi di banalità e retorica. Una storia d'amore così non si vedeva da molto tempo sul grande schermo e ciò che la rende tale è la spontaneità e l'affetto che Ella e John mostrano l'una per l'altro. Non servono versi poetici o imprese gigantesche per dimostrare l' amore perché è il loro quotidiano supportarsi e sopportarsi a vicenda, fatto anche di momenti di collera, la dimostrazione più grande di quell'antico sentimento.

Paolo Virzì

Helen Mirren, Donald Sutherland, Christian McKay

Italia, Francia

2017

Drammatico

112 min.

L'ora più buia

Venerdì 23, Sabato 24, Domenica 25 Febbraio - ore 21:00

L'ora più buia cui fa riferimento il titolo è il momento cruciale della scelta, da parte del Primo ministro britannico Winston Churchill, tra l'armistizio con la Germania nazista e l'intervento nel conflitto armato. Di fronte all'avanzata dell'esercito tedesco e all'imminente invasione della Gran Bretagna, Churchill è chiamato a decidere tra la tutela del Paese in nome di una pace apparente e temporanea e la difesa dei propri ideali di autonomia e libertà.
Ore di trucco e un lavoro enorme sulla voce sono state necessarie a un sontuoso Gary Oldman per impersonificare uno degli eroi della storia britannica: Winston Churchill. Non uno di quegli stratagemmi mimetici sterili, però, ma la costruzione della parte fisica di un personaggio che attraverso la parola, compagna decisiva per un politico, convinse il proprio popolo a seguirlo nella lotta estrema contro il dilagante esercito del Reich millenario. Joe Wright dimostra le sue qualità costruendo attorno a questa figura un'asfissiante periodo di dubbio, di riflessione, con il fumo del sigaro sempre acceso ad annebbiare gli interni illuminati da fioche lampadine, nei sancta sanctorum decisionali della Gran Bretagna del periodo di guerra. Coinvolgente, con un ritmo sempre più al galoppo e un'ironia a tratti irresistibile.

Joe Wright

Gary Oldman, Kristin Scott Thomas, Lily James

Gran Bretagna

2017

Drammatico

114 min.

Chiamami col tuo nome

Venerdì 2, Sabato 3, Domenica 4 Marzo - ore 21:00

Estate 1983, tra le province di Brescia e Bergamo, Elio Perlman, un diciassettene italoamericano di origine ebraica, vive con i genitori nella loro villa del XVII secolo. Un giorno li raggiunge Oliver, uno studente ventiquattrenne che sta lavorando al dottorato con il padre di Elio, docente universitario. Elio viene immediatamente attratto da questa presenza che si trasformerà in un rapporto che cambierà profondamente la vita del ragazzo.
Il regista Luca Guadagnino si sposta dalla provincia piemontese di “Io sono l'amore” a quella lombarda raccontata in “Chiamami col tuo nome”. Basato su una sceneggiatura di James Ivory, la pellicola è l'adattamento di un romanzo di André Aciman uscito dieci anni fa. Fresco di quattro nomination agli Oscar, il regista siciliano non poteva trovare momento migliore per fare il suo ritorno a casa e presentare anche al pubblico italiano un film che ha emozionato e convinto le platee più prestigiose del mondo. Un film che, nonostante l'ambientazione italiana e la nazionalità del regista, è un dramma dal respiro internazionale, una storia d'amore di grande delicatezza ed un coming of age sentito e sincero. In poche parole, davvero un piccolo capolavoro.

Luca Guadagnino

Armie Hammer, Timothée Chalamet, Michael Stuhlbarg

Italia, Francia, USA, Brasile

2017

Drammatico

132 min.

The post

Venerdì 9, Sabato 10, Domenica 11 Marzo - ore 21:00

Convinto che la guerra condotta in Vietnam dal suo Paese costituisca una sciagura per la democrazia, Daniel Ellsberg, economista e uomo del Pentagono, divulga nel 1971 una parte dei documenti di un rapporto segreto. Settemila pagine che dettagliano l'implicazione militare e politica degli Stati Uniti nella guerra del Vietnam. Un'implicazione ostinata e contraria alla retorica ufficiale di quattro presidenti. È il New York Times il primo a rivelare l'affaire, poi impedito a proseguire la pubblicazione da un'ingiunzione della corte suprema. Il Washington Post (ri)mette mano ai documenti e rilancia grazie al coraggio del suo editore, Katharine Graham, e del suo direttore, Ben Bradlee.
Non è difficile scorgere nella libertà di stampa, nei guardiani della democrazia e nelle lotte femministe di cui parla l'ultima pellicola del pluripremiato Spielberg risonanze con quanto sta accadendo in USA dopo l'elezione di Donald Trump. Tuttavia “The Post”, che è cinema limpido e classico, non è solo avvincente e affascinante, è ancora di più. Dietro la storia della pubblicazione da parte del Washington Post dei Pentagon Papers, dietro alla determinazione di un'editrice capace di sfidare l'amministrazione Nixon, c'è forse anche un appello di Spielberg alle élite americane affinché escano dai loro salotti e dalle loro convenienze, per tornare a fare ciò che è giusto, etico, libero.

Steven Spielberg

Meryl Streep, Tom Hanks, Sarah Paulson

USA

2017

Biografico

118 min.

Tre manifesti a Ebbing, Missouri

Venerdì 16, Sabato 17, Domenica 18 Marzo - ore 21:00

Mildred Hayes non si dà pace. Mamma di Angela, una ragazzina violentata e uccisa nella provincia profonda del Missouri, Mildred ha deciso di sollecitare la polizia locale a indagare sul delitto e a consegnarle il colpevole. Dando fondo ai propri risparmi, commissiona tre giganti manifesti con tre messaggi precisi diretti a Bill Willoughby, sceriffo di Ebbing. Affissi in bella mostra alle porte del paese, provocheranno reazioni disparate e disperate, riaprendo il caso e rivelando il meglio e il peggio della comunità.
Tre manifesti a Ebbing, Missouri è una delle migliori dark comedies da molti anni a questa parte. Com'è possibile? Molto si deve al regista Martin McDonagh che riesce a ipnotizzarci usando semplicemente quegli elementi che poi sono alla base del cinema: emozioni forti, sceneggiatura audace e cast da Oscar. Punto forte della pellicola sono i personaggi, tutti straordinari perché lontani dai cliché, dal dualismo buoni e cattivi e quindi unicamente e dolorosamente umani. Un film decisamente da non perdere.

Martin McDonagh

Frances McDormand, Woody Harrelson, Sam Rockwell

USA, Gran Bretagna

2017

Thriller

115 min.

La forma dell'acqua

Venerdì 23, Sabato 24, Domenica 25 Marzo - ore 21:00

Elisa, giovane donna muta, lavora in un laboratorio scientifico di Baltimora dove gli americani combattono la guerra fredda. Impiegata come donna delle pulizie, Elisa è legata da profonda amicizia a Zelda, collega afroamericana che lotta per i suoi diritti dentro il matrimonio e la società, e Giles, vicino di casa omosessuale, discriminato sul lavoro. Diversi in un mondo di mostri dall'aspetto rassicurante, scoprono che in laboratorio vive in cattività una creatura anfibia di grande intelligenza e sensibilità..
Vincitore del Leone d'Oro al Festival di Venezia 2017 e candidato a ben 13 Premi Oscar 2018, "La forma dell'acqua" è una favola adulta, intrisa di passione cinefila, in grado di lanciare un messaggio di tolleranza e di amore che risuona fortissimo nel nostro presente. La pellicola di Guillermo Del Toro è un mix di emozioni, sentimenti e di amore spirituale, capace di farsi anche discorso politico senza mai diventare per questo retorico. Un film intenso e potente che ha la capacità di restituire al nostro sguardo lo stupore infantile che forse abbiamo perduto.

Guillermo Del Toro

Sally Hawkins, Michael Shannon, Richard Jenkins

USA

2017

Drammatico

119 min.

Associazione lantenamagica | via Ospedaletto 4, 37066 Sommacampagna VR | C.F. 93144790230   P.I. 03167490238

Questo sito utilizza cookie

COOKIE
Questo sito NON utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, consulta la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Back to top