Questa settimana al VirtusCinema di Sommacampagna:

Venerdì 11, Sabato 12, Domenica 13 Novembre - ore 21:00

Neruda

di Pablo Larraín, con Gael Garcia Bernal, Alfredo Castro, Pablo Derqui.
Argentina, Cile, Spagna, Francia 2015, Biografico/Drammatico, 107 min.

È il 1948 e la Guerra Fredda è arrivata anche in Cile, dove miete vittime illustri. Il Senatore Neruda viene infatti messo sotto accusa dal Presidente Videla e costretto a darsi alla macchia. Neruda tenta di scappare dal paese assieme alla moglie e traendo ispirazione dai drammatici eventi della sua vita di fuggitivo scrive la sua epica raccolta di poesie, “Canto General”. Nel frattempo, in Europa, cresce la leggenda del poeta inseguito dal poliziotto, e alcuni artisti capitanati da Pablo Picasso iniziano a invocare la sua libertà. Tutti si aspetterebbero una persona affranta e in difficoltà, invece Neruda, da grande genio umano quale effettivamente è stato, vede questa sua battaglia come un'irripetibile opportunità per reinventare se stesso e riuscire in una grande impresa eroica: diventare un simbolo mondiale di libertà, oltre che una leggenda della letteratura.
Pablo Larraín non finisce mai di stupire. Dopo “No-I Giorni dell'Arcobaleno”, “Il Club” (Gran Premio della Giuria a Berlino 2015)e prima di “Jackie”, il film su Jacqueline Kennedy in arrivo nel 2017, il regista cileno esce con questo “falso biopic” su uno dei più importanti personaggi della storia moderna dell'America Latina e non. La grandezza del regista si vede proprio nel fatto che “Neruda” non è mai il film che sembra essere, ovvero biografico e politico, ma è un film tremendamente umano che ritrae la passione di un uomo. La passione civile e artistica. La vita stessa vissuta come passione. La passione come unica forma possibile di vivere. Un film assolutamente da non perdere.
commenta



Domenica 13 Novembre - ore 14:30, 17:00

Abel - Il figlio del vento

di Otmar Penker e Gerardo Olivares, con Jean Reno, Manuel Camacho, Tobias Moretti.
Austria 2015, Avventura, 98 min.

Natura purtroppo ci insegna che in un nido di aquile il primo nato scaccia il secondo facendolo precipitare. È proprio attraverso questo drammatico fenomeno che nasce l'amicizia tra l'aquilotto Abel e un bambino Lukas, che ha un difficile rapporto con il padre cacciatore. Lukas gli tiene nascosta la presenza del rapace mentre cerca di farlo crescere anche con l'aiuto di Danzer, un guardaboschi. Giungerà anche il momento di insegnare ad Abel a volare rischiando così una separazione…
“Abel il figlio del vento” non è solo un film, è anche un documentario naturalistico, girato nella più grande area protetta dell'Austria, il Parco Nazionale degli Alti Tauri. È la storia di un'aquila e del suo incontro con l'uomo. È il racconto di un' amicizia senza parole, fatta di emozioni e di empatia. È la metafora dei conflitti che sono la regola tra le specie animali e che spesso si insinuano nei rapporti umani, anche tra quelli con i legami più stretti.
commenta



Martedì 15 Novembre - ore 21:00

Difret - Il coraggio per cambiare

di Zeresenay Berhane Mehari, con Meron Getnet, Tizita Hagere, Haregewoin Assefa
Etiopia, USA 2014, Drammatico, 99 min.

Hirut, una quattordicenne etiope, viene aggredita e rapita da un gruppo di uomini a cavallo mentre sta tornando a casa da scuola, in un villaggio a tre ore da Addis Abeba. Nel tentativo di fuggire Hirut riesce a prendere un fucile e spara uccidendo Tadele, ideatore del rapimento nonché suo “aspirante futuro sposo”. Ad Addis Abeba Meaza Ashenafi, una giovane donna avvocato che tramite l'attività di ANDENET offre assistenza legale gratuita a coloro che non se la possono permettere, viene a conoscenza dell'arresto di Hirut e cerca di farsi affidare il caso. Pur di salvarla, Meaza è disposta a correre il rischio di vedere vanificati i risultati ottenuti fino a quel momento dall'Associazione, e a mettere in gioco il suo stesso futuro.
Premio del pubblico nel 2014 al Sundance Film Festival, al Festival Internazionale del film di Berlino sezione Panorama, al Festival del Cinema di Amsterdam e al Montreal World Film Festival, Difret - Il coraggio per cambiare è un film capace di emozionare, documentare e sensibilizzare il pubblico, scavando tra le pieghe delle convenzioni sociali e mettendo in luce una forma di patriarcato che, in Etiopia, continua a perpetuare pratiche discriminatorie nei confronti delle donne.
commenta


Vieni a visitarci sul sito per guardare i trailer, scaricare le schede dei film, accedere ai siti ufficiali o lasciare un commento.

____________________________________________________________________

VirtusCinema Sommacampagna
Via Ospedaletto 4
37066 Sommacampagna, Verona
Tel. 349 77 95 283 -- 338 26 22 057
http://www.virtuscinema.it
____________________________________________________________________